Home / Info&news / Disabili fatti scendere dal treno prenotato

Disabili fatti scendere dal treno prenotato

Questa è una storia di soprusi e ordinaria follia. I fatti: nella giornata di Pasquetta ventisette ragazzi disabili salgono sul regionale 3075 che da Genova Piazza Principe dovrebbe riportarli a Milano, e sul quale hanno prenotato le poltrone. Invece sono costretti a scendere perché un gruppo di turisti saliti sul treno prima di loro hanno occupato abusivamente i posti riservati. Non contenti questi ultimi si sono rifiutati di cedere i posti. Un episodio che definire vergognoso, gravissimo, è poco.
Nel tardo pomeriggio, la stazione di Genova Piazza Principe è stata invasa come da consuetudine dai tanti turisti che hanno passato la giornata nella città ligure. Sulla banchina, ad attendere il regionale, il gruppo di giovani e giovanissimi disabili. Il treno, in ritardo, era stato vandalizzato alla stazione di Albenga da qualche incivile che ha passato del tempo inutile e dannoso a scaricare l’estintore e a spaccare le colonnine di disinfettante per le mani, cosa questa che ha costretto Trenitalia a cambiare una carrozza. Una volta arrivato in stazione, il treno è stato letteralmente preso d’assalto dai turisti che hanno invaso tutte le carrozze. Compresa quella di testa che era stata riservata ai ragazzi disabili e ai loro accompagnatori. Arrivati ai posti prenotati, gli accompagnatori dei ragazzi hanno fatto notare che la carrozza era riservata ma non c’è stato nulla da fare. I turisti, nonostante la presenza di tre agenti della Polizia ferroviaria e del personale di Trenitalia, capotreno compreso, si sono rifiutati di alzarsi per far sedere i disabili.
A quel punto i ragazzi disabili sono stati fatti scendere, mentre Trenitalia ha predisposto in tempi brevi un pullman dedicato che, partito immediatamente, ha riportato i ragazzi a Milano.
Ora noi ci chiediamo come sia possibile, nonostante la presenza degli operatori di Trenitalia e degli agenti della Polfer, nessuno sia riuscito a costringere i “turisti” a lasciare i posti a sedere.
Storie di soprusi e ordinaria follia… appunto!
Valter Nicoletti

admin

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

*

x

Check Also

Turismo accessibile, la Liguria in prima fila

La Giunta regionale, su proposta degli assessori alle politiche sociali e al ...

Continuando ad utilizzare il sito , l'utente accetta l'uso dei cookie. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close